sabato, 23 agosto 2014 13:24:48

ARTIGIANI, SALE L’OCCUPAZIONE. AUMENTO DEL 2,4 PER CENTO RISPETTO A UN ANNO FA

mercoledì, 08 agosto 2012

L’AQUILAL’Abruzzo è al primo posto della classifica nazionale per incremento occupazionale,  registrando un aumento del 2,4% rispetto allo scorso anno.  E’ quanto emerge da uno studio condotto dall’Ufficio Stampa di Confartigianato Abruzzo, che ha comparato i dati dell’occupazione del primo trimestre 2012 con lo stesso periodo del 2011. L’analisi rileva, inoltre, una forte spinta occupazionale sul fronte “lavoro subordinato” e di una tendenziale stabilità del “lavoro autonomo” che cresce solo dello 0,5%. “Considerato il contesto fortemente recessivo che stiamo attraversando -  spiega Daniele Giangiulli, Segretario Regionale di Confartigianato Abruzzo - è davvero un ottimo risulato per la nostra regione, frutto di politiche mirate sul fronte del lavoro e degli incentivi alla occupazione messe in campo dalla regione e dall’Assessore al lavoro guidato da Paolo Gatti”. “Tuttavia - prosegue Giangiulli -   se da un lato l’analisi dei dati ci conforta sul fronte generale dell’ occupazione, dall’altro, stringendo lo zoom al settore che rappresento, i dati non devono indurre ad un facile ottimismo; in particolare preoccupa l’incremento di ore di cassa integrazione concesse al settore artigiano (+14,4% su base regionale) nel periodo luglio 2011 - giugno 2012 rispetto al periodo luglio 2010 – giugno 2011. Tali dati sono la dimostrazione che nei momenti di crisi sono principalmente gli artigiani e la micro e piccola impresa a pagare il dazio più alto. Di ciò gli organi decisionali, a qualsiasi livello, dovranno tener conto nella predisposizione di tutte le misure anticrisi”. L’analisi rileva, infine, che le province maggiormente colpite dal calo di attività produttiva sono Teramo e Pescara, mentre in controtendenza si c’è L’Aquila dove è facile presumere che il calo di cassa integrazione sia collegato alla difficoltà di ripartenza che molte attività artigianali hanno incontrato nella fase post-sisma.

 

Altri servizi video

X