martedì, 16 settembre 2014 04:55:09

MACERIE, TRASPORTO IN TEMPO REALE. CHIODI E ROMANO HANNO SPIEGATO LA PROCEDURA INFORMATICA

venerdì, 11 maggio 2012

L’AQUILA- Massima trasparenza nel trasporto in discarica delle macerie pubbliche. Oggi il presidente della Regione Gianni Chiodi ha presentato a Palazzo Silone la procedura informatica che avviene in tempo reale e che consente a chiunque possa collegarsi col sito del Commissario alla Ricostruzione, di verificare ora per ora il trasporto delle macerie in discarica, la loro separazione e triturazione. “Questo-ha detto Chiodi- perché tutti i cittadini possano fare i controlli che ritengano più opportuni e abbia fine la disinformazione dovute a notizie messe in giro ad arte, che purtroppo trovano spazio anche su importanti mezzi di comunicazione”. E’ stato Giuseppe Romano, l’esperto informatico che attua la procedura, a mostrare come essa avviene sul monitor di un computer. “I dati - ha spiegato-si possono consultare secondo in qualsiasi momento. Prima dell’uscita del camion che trasporta le macerie una volta separate iin cantiere, viene pesato il netto, in discarica il loro, o viceversa. Così è possibile sapere quante macerie sono state scaricate. E poi i grafici: quante tonnellate di macerie vengono trasportate in un anno, settimanalmente e giornalmente. I dati possono essere scaricati su Twitter ogni tre ore. Questa modalità riguarderà in futuro anche le macerie private”.  ”La fiducia- ha detto Chiodi- ci porta a dire che la stessa cosa verrà fatta dai privati. Tutti si sono meravigliati che il giorno dopo il terremoto nn venissero tolte le macerie, ma non si poteva fare dall’oggi al domani perché vi sono procedure e norme che vanno rispettate e si realizzano nel tempo. La trasparenza che si richiede oggi non era richiesta nell’occasione degli altri terremoti che hanno preceduto quello dell’Aquila. Non un nostro merito ma sono le nuove tecnologie che ce lo permettono”. Chiodi si è augurato di restare commissario fin quando non firmerà il piano di ricostruzione dell’Aquila.


Altri servizi video

X